noscript image
GooglePlay Logo AppStore Logo

Sarri ammette: "Difficile pensare al 4-3-3 senza Douglas Costa"

Besoccer by Besoccer 0 20

Pin L'entraîneur de la Juventus Maurizio Sarri avant le copup d'envoi du match contre Lecce en Serie A, le 26 octobre 2019 à Lecce
L'entraîneur de la Juventus Maurizio Sarri avant le copup d'envoi du match contre Lecce en Serie A, le 26 octobre 2019 à Lecce

Sarri ammette: "Difficile pensare al 4-3-3 senza Douglas Costa"

Besoccer by Besoccer 0 20

Maurizio Sarri in conferenza alla vigilia di Lazio-Juventus parla della questione trident: "Lo stato di forma di Dybala mi sconsiglia la scelta".

Dopo il mezzo passo falso casalingo contro il Sassuolo ed il sorpasso dell'Inter, la Juventus è chiamata a vincere in casa della Lazio che è reduce da ben sei vittorie consecutive.

Maurizio Sarri durante la tradizionale conferenza della vigilia ha parlato della questione modulo e dello schieramento in attacco della sua squadra.

"Senza Douglas Costa è più difficile pensare al tridente, il momento di grazia di Dybala è un altro motivo per questa scelta. È più difficile giocare col tridente per una questione di caratteristiche. Aspetto il rientro di Ramsey e Costa per trovare altre soluzioni. Non si può vietare a Dybala di venire a prendere palla vicino ai centrocampisti, così come non posso impedire a Ronaldo di partire decentrato. Bisogna lavorare con le caratteristiche dei giocatori"

Una crescita sarà richiesta ancora a Bernardeschi, su cui il tecnico si è concentrato per quanto riguarda i fischi che gli piovono addosso da diverso tempo allo Stadium.

"Bernardeschi è un ragazzo sensibile e si nota dalla differenza di sicurezza che ha in casa e in trasferta. I fischi gli stanno pesando addosso. Per noi è un giocatore importante, il compito è aiutarlo e accompagnarlo che non farlo riposare".

Nei prossimi tre mesi la Juventus dovrà anche fare a meno di Khedira: Sarri ha spiegato le ragioni dell’intervento al ginocchio.

"La perdita di Khedira è molto pesante. Il suo ginocchio stava peggiorando e nel giro di 10 giorni era peggiorato in maniera non normale. Dobbiamo far crescere il rendimento degli altri".

Tra “gli altri” rientra anche Emre Can, escluso dalla lista Champions League e che ora senza Khedira può ritrovare più spazio anche in campionato.

"Emre ultimamente ha fatto delle apparizioni, è rimasto escluso solo dalla Champions. È stato sicuramente pesante dal punto di vista morale, ma sa benissimo che se fa bene in campionato sarà sempre tenuto in considerazione".

Ad alleviare la situazione infortuni, un problema in questo momento per Sarri, c’è il rientro di Rabiot.

"Sicuramente non son contento della situazione, ma questi momenti ci sono inevitabilmente. Rabiot si è allenato con la squadra, è stato fermo 15-20 giorni e deve ritrovare il top, ma sta bene".

La nota lieta è invece Bentancur, apparso in grande crescita anche contro il Sassuolo.

"Rodrigo negli ultimi anni non ha mai segnato molto, abbina qualità fisiche e prestazioni impressionanti. Lascia la sensazione di crescere ancora, è destinato a una carriera importantissima. Se riesce a supplire alla carenza dei goal, sarebbe molto importante".

La Juventus contro la Lazio, l’Inter contro la Roma: la giornata per le due squadre che guidano il campionato mette in palio punti importanti contro squadre che sono in grande crescita.

"Spero che il sorpasso dell’Inter sia un grande stimolo. I punti sono tutti importanti, le partite sono tutte con lo stesso livello di importanza. Siamo in un momento della stagione in cui niente può essere decisivo. È un turno importante, come gli altri, con un livello di difficoltà elevato per tutte le squadre di alta classifica".

L’avversaria di domani in particolare per Sarri è una squadra pericolosa e da tenere lontano dalla propria area di rigore.

"La Lazio è una squadra forte, ha grandissima qualità. È la miglior squadra per passaggi filtranti negli ultimi 25 metri. Penso vada tenuta abbastanza lontano dalla nostra area. Prepariamo la partita per cercare di limitarne i pregi. Mi aspetto un approccio violento da parte loro, segnano 3 goal a partita in casa".

La partita arriva dopo una settimana senza impegni europei, la prima dopo tanto tempo in cui i bianconeri hanno riposato.

"Nelle partite post Champions abbiamo più difficoltà, ipotizzo che ci sia un calo di concentrazione nell’approcciare le partite di campionato. Vedendo gli allenamenti sono fiducioso da questo punto di vista, poi il campo risponderà".

Besoccer

Besoccer

notizie 19K RANK 1
reads 1M RANK 1
More news author

Follow BeSoccer on Facebook