noscript image

"Ronaldo è il vero allenatore della Juventus"

Besoccer by Besoccer 0 235

Pin De Laurentiis elogia Ronaldo. JuventusFC
De Laurentiis elogia Ronaldo. JuventusFC

"Ronaldo è il vero allenatore della Juventus"

Besoccer by Besoccer 0 235

Aurelio De Laurentiis chiaro su Cristiano Ronaldo: "Ha sostituito il tecnico con la sua presenza: più di questo cosa doveva fare Allegri?".

Se una squadra acquista un calciatore del calibro di Cristiano Ronaldo, contemporaneamente si mette in casa un brand a livello mondiale oltre che un campione assoluto che ha scritto la storia di questo sport nell'ultimo decennio.

La Juventus lo ha preso per lanciare l'assalto alla tanto agognata Champions League, puntualmente fallito: il suo però il portoghese l'ha fatto con sei reti nella massima competizione europea, non il resto della squadra che è mancata in alcuni elementi di fondamentale importanza.

Quanto sia decisivo l'ex Real Madrid lo sa anche Aurelio De Laurentiis che, dopo aver lanciato una stoccata alla proprietà juventina sulla questione stadio, ha tessuto le lodi del fuoriclasse di Madeira a margine del forum 'Il Calcio che vogliamo' organizzato da 'Il Corriere dello Sport'.

"Cristiano Ronaldo è forte perchè ha sostituito in questo campionato l'allenatore con la sua presenza, perchè l'allenatore più di quello che ha fatto in questi anni cosa doveva fare? Il motivatore vero è Ronaldo, è  lui l'uomo spogliatoio. Quando l'ho visto giocare con la sua nazionale, era seduto in panchina che guidava e gridava più dell'allenatore per farli vincere".

Una frecciata pesante anche al presidente della Vecchia Signora: "La Juventus ha avuto 75 milioni gratuitamente da Sport 5, quindi il costo dello Stadium è stato molto ammortizzato. La famiglia Agnelli ha un'influenza a Torino che gli ha permesso di avere una scorciatoia con gli interessi delle banche. Questo la dice lunga".

Come ammesso dallo stesso patron del Napoli alcuni mesi fa, c'è stata la possibilità di acquistare Ronaldo dopo la decisione di lasciare i campioni d'Europa in carica. Ma per i rimpianti non c'è spazio.

"Rimpianto? Io non me lo posso permettere. I miei genitori mi hanno sempre insegnato che uno deve fare il passo secondo la propria gamba. Io non devo dimostrare niente a nessuno perchè nella mia vita ho sempre avuto successo, dall'età di 25 anni quando feci il mio primo film".

Besoccer

Besoccer

notizie 10K RANK 1
reads 843K RANK 1
More news author

Follow BeSoccer on Facebook