noscript image
GooglePlay Logo AppStore Logo

Ritorno al Chelsea per Cole: lavorerà nel settore giovanile

Besoccer by Besoccer 0 11

Pin Cole lavorerà nel settore giovanile del Chelsea. Goal
Cole lavorerà nel settore giovanile del Chelsea. Goal

Ritorno al Chelsea per Cole: lavorerà nel settore giovanile

Besoccer by Besoccer 0 11

Ashley Cole torna al Chelsea per lavorare con la compagine U15: “Sto imparando a fare l’allenatore e devo aiutare la nuova generazione”.

Ha annunciato il suo addio al calcio giocato lo scorso agosto ed ora riparte da un club nel quale ha vissuto alcuni dei momenti migliori della sua ventennale carriera da calciatore: il Chelsea.

Ashley Cole torna nella società nella quale ha militato per otto stagioni, vincendo tra le altre cose una Premier League, una Champions League ed una Europa League e lo fa per assumere il ruolo di allenatore della formazione U15.

Ad annunciarlo è stato il Chelsea attraverso un comunicato apparso sul proprio sito ufficiale.

“Come giocatore ha vinto tutto. Adesso Ashley Cole, dopo aver appeso gli scarpini al chiodo, punta all’eccellenza anche nel ruolo di allenatore, dopo essere tornato al Chelsea per lavorare nella nostra Academy”.

Lo stesso Cole, sempre attraverso il sito del Chelsea, non ha nascosto la sua soddisfazione per l’inizio di questa nuova avventura.

“Sto imparando ad essere un allenatore, sto apprendendo quei lati di questo lavoro che al di fuori non si vedono, come ad esempio pianificare le sessioni. L’organizzazione è la chiave, sono i piccoli dettagli a fare di un tecnico un grande allenatore”.

Il Chelsea è tra i club che maggiormente sfrutta l’esperienza dei suoi ex giocatori.

“L’Academy offre agli ex giocatori un percorso che consente di tornare nel club ed imparare il lavoro dell’allenatore. Vogliono attirare persone che sanno cosa significa essere al Chelsea. Devi essere tra i migliori per giocare in un club come questo e quindi vogliono che i migliori ex giocatori aiutino una nuova generazione a crescere e a formarsi”.

L'ex terzino della Roma ha ammesso che punta a perdere qualcosa da tutti gli allenatori che ha avuto in passato.

“Ognuno ha la propria filosofia, ma devi prendere le idee che ti piacciono da vari tecnici. Voglio le qualità in termini di organizzazione di Mourinho, la capacità di gestione degli uomini di Carlo Ancelotti e quella di lavorare con i giovani di Arsene Wenger”.

Besoccer

Besoccer

notizie 17K RANK 1
reads 1M RANK 1
More news author

Follow BeSoccer on Facebook