noscript image
GooglePlay Logo AppStore Logo

"Per Ronaldo la cosa più importante erano i dribbling, non sapeva giocare senza"

Besoccer by Besoccer 0 33

Pin Boloni ricorda il primo Ronaldo. EFE
Boloni ricorda il primo Ronaldo. EFE

"Per Ronaldo la cosa più importante erano i dribbling, non sapeva giocare senza"

Besoccer by Besoccer 0 33

László Bölöni, in un'intervista concessa a 'Marca', ha ricordato gli inizi di Cristiano Ronaldo nelle fila dello Sporting Lisbona.

Il tecnico rumeno László Bölöni fu un allenatore importantissimo nella carriera di Ronaldo. Fu colui che lanciò l'astro portoghese e lo plasmò quando era ancora un diamante grezzo.

"Andai a vedere le giovanili e chiesi di farlo allenare in prima squadra perché aveva un bel fisico, era rapido e molto tecnico. Non fu una sorpresa", ha dichiarato il tecnico a 'Marca'.

Bölöni restò invece impressionato dal suo primo allenamento in prima squadra: "Pensai di farlo giocare in alto a destra perché era giovane e leggero, pesava 60 kg e sarebbe stato complicato per lui giocare dietro contro giocatori di 100 kg. Sarebbe stato molto più utile in fascia".

"Per lui, la cosa più importante era il dribbling. Non sapeva giocare senza. Il mio compito fu quello di spiegargli che uno andava bene, due... però cinque erano troppi. Gli spiegai dove e quando era utile farli, la sua intelligenza fece il resto", ha raccontato László Bölöni.

Besoccer

Besoccer

notizie 23K RANK 1
reads 2M RANK 1
More news author

Follow BeSoccer on Facebook