noscript image

"Keylor, Isco e Marcelo sono molto bravi, voglio recuperarli tutti"

Besoccer by Besoccer 0 51

Pin Zidane su Isco, Marcelo e Navas. EFE
Zidane su Isco, Marcelo e Navas. EFE

"Keylor, Isco e Marcelo sono molto bravi, voglio recuperarli tutti"

Besoccer by Besoccer 0 51

In conferenza stampa, Zinedine Zidane ha spiegato il perchè della titolarità di Keylor Navas, Marcelo ed Isco. L'allenatore vuole recuperare tutta la rosa.

Prima partita, prima vittoria. Zidane è tornato al Bernabéu prendendosi tre punti contro il Celta Vigo, dando l'impressione di poter recuperare giocatori che erano stati messi al margine dalla gestione Solari.

"Nessuno può cancellare ciò che hanno fatto questi giocatori. Io conto su tutti loro: Courtois, Reguilón, ma anche Keylor, Isco e Marcelo" spiega Zidane. Insistendo sulla titolarità del costarricense: "Mi piacciono entrambi. Thibaut ha dimostrato di essere un gran portiere, ma voglio che anche Keylor si senta importante. Ha giocato meno, quindi doveva giocare". 

Sul "tico" sostiene che "non è il portiere definitivamente titolare, Courtois giocherà. Il problema è sempre dell'allenatore, vedremo cosa succederà. Non si possono giocare tre competizioni con un solo buon portiere", aggiunge. 

Non ha rilasciato dichiarazioni su Solari: "Non credo che i precedenti allenatori li abbiano trattati come ragazzini. Avrò bisogno di tutti e qualcuno non giocherà". 

Nonostante il trionfo, Zidane riconosce che "non tutto è stato perfetto" nonostante ci siano state "molte cose positive da cui ripartire".

Il Real avrà a disposizione due settimane per preparare al meglio la prossima partita.

Zizou aggiunge: "Sono molto contento perchè era importante vincere. Il primo tempo è stato complicato, ma il secondo è andato molto bene. Sono contento per Isco, per il gol, ma se non segna lui ci sono Bale e Benzema pronti a colpire. Non so quanti cross ci siano stati, 20 forse, tutti erano pronti a colpire e questa è un'ottima cosa".

Il tecnico ha concluso dicendo: "i giocatori devono pensare soltanto a giocare a calcio, è importante correre quando non si ha il pallone. Un esame, oggi? Non credo, penso solo alle partite che restano. Ci saranno cambiamenti, ma non dirò nulla. Non starò per dieci partite a pensare a chi rimane e chi va via. Non siamo a fare ricreazione". 

Poi chiosa: "Il mio discorso ai calciatori è stato semplice, doveva arrivargli dentro. Abbiamo finito meglio di quando abbiamo iniziato e questo significa che stiamo bene fisicamente. Bisogna solo lavorare su alcuni dettagli. Non segnamo molto ma creiamo molte azioni pericolose". 

 

Besoccer

Besoccer

notizie 7,464 RANK 1
reads 422K RANK 1
More news author

Follow BeSoccer on Facebook