noscript image
GooglePlay Logo AppStore Logo

"Sarri mi ha messo a dieta? Storia assurda"

Besoccer by Besoccer 0 131

Pin De Ligt: 'Sarri mi ha messo a dieta? Storia assurda'
De Ligt: 'Sarri mi ha messo a dieta? Storia assurda'

"Sarri mi ha messo a dieta? Storia assurda"

Besoccer by Besoccer 0 131

Matthijs de Ligt commenta i suoi primi mesi alla Juventus: "Ho bisogno di fiducia in me stesso, dopo l'Atletico ho riflettuto".

La Juventus strappa una vittoria di fondamentale importanza in ottica Scudetto in casa della lanciatissima Inter di Conte: tra le tante certezze bianconere Sarri dovrà lavorare ancora su alcuni meccanismi difensivi, con Matthijs De Ligt non ancora perfettamente inserito nei dettami tattici del tecnico toscano.

Intervistato dal portale olandese 'Nu.nl dutch', il giovanissimo centrale bianconero si è confidato sul delicato momento che sta attraversando:

"La lezione più importante che ho imparato fin qui alla Juventus è che devi avere fiducia in te stesso, all'inizio ero troppo preoccupato nel non commettere errori ed è esattamente ciò che non si deve fare. Non ho mai giocato in quel modo e nelle prime settimane ero troppo concentrato su questo fatto. Dopo la gara con l'Atletico Madrid ho riflettuto, volevo tornare a giocare con fiducia, ma ora so che va meglio di prima".

Qualche critica di troppo ha condizionato i primi mesi bianconeri di De Ligt:

"Le critiche fanno parte del gioco, sfortunatamente questa è la vita del difensore. Vivi in una linea sottile tra il giocare bene e il giocare male. Ovviamente avrei preferito non provocare il calcio di rigore, ma alla fine abbiamo vinto ed è ciò che conta".

Alcune voci maliziose parlavano di una speciale dieta imposta da mister Sarri al giocatore olandese, che smentisce categoricamente:

"Questa storia è davvero assurda, ma non mi sorprendo più. A volte penso perchè? Ma quelle sono solo opinioni, per me è importante sapere cosa faccio bene e cosa è andato storto. Ogni nuovo giocatore dovrebbe avere il tempo di adattarsi, la Juventus aveva due grandi difensori come Chiellini e Bonucci, il piano era di farmi entrare in squadra lenamente. Ovviamente è bello poter giocare, ma essere subito coinvolto in pieno è una grande sfida".

Besoccer

Besoccer

notizie 15K RANK 1
reads 1M RANK 1
More news author

Follow BeSoccer on Facebook