noscript image

"Io mi sentivo interista e volevo rimanere, ma poi..."

Jessica Brandino by Jessica Brandino @rfutbol - 0 1,349

Pin Rolando sarebbe voluto restare all'Inter. AFP
Rolando sarebbe voluto restare all'Inter. AFP

"Io mi sentivo interista e volevo rimanere, ma poi..."

Jessica Brandino by Jessica Brandino @rfutbol - 0 1,349

Il difensore dell'Olympique Marsiglia Rolando ha ricordato la sua avventura in Italia ai microfoni di 'passioneinter.com'. Il portoghese ha raccontato un aneddoto sull'addio alla squadra nerazzurra.

Alla vigilia del big match tra Inter e Napoli, un ex di entrambe le squadre ha voluto dire la sua. Il difensore del Marsiglia Rolando vorrebbe che fossero i nerazzurri a spuntarla al San Paolo.

"Difficile fare il tifo per una delle due. Perché anche se sono rimasto solo pochi mesi al Napoli, è stata comunque la prima squadra nella quale ho giocato fuori dal Portogallo e questo per me rappresenta tanto. Lì ho fatto bene anche se sono rimasto poco, mentre all’Inter è stato bello perché ho anche giocato con continuità. Difficile sceglierne una, ma in questo momento, visto che il Napoli è sicuro di finire secondo, mi piacerebbe che vincesse l’Inter e che andassero entrambe in Champions", ha raccontato il difensore a 'passioneInter.com'.

Il portoghese arrivò a Napoli in prestito nel gennaio del 2013, per poi tornare al Porto al termine della stagione. Nei pochi mesi trascorsi in Italia fu notato dall'Inter che decise di portarlo a Milano l'anno successivo.

“La prima cosa che mi viene in mente sono i gol al Meazza: segnare a San Siro è un’emozione unica. Il primo giorno in cui sono arrivato ero teso perché quando vai in prestito da qualche parte non è mai facile, visto che pensi sempre al fatto che dovrai dare molto per convincere il club a riscattarti", ha aggiunto Rolando.

Il difensore ha ricordato con affetto quello che ai tempi era il tecnico dell'Inter, Walter Mazzarri: "Lo ringrazierò per sempre. Quando sono arrivato a Napoli in un mese dovevo imparare tutto sul suo gioco, per me era tutto diverso: la difesa a tre, un Paese nuovo… Dopo però ho iniziato a giocare e lui mi ha portato all’Inter dicendo che gli era piaciuto come avevo imparato tutto in fretta. Da lì è nato un bellissimo rapporto allenatore-giocatore ma anche umanamente".

Nonostante l'Inter volesse riscattarlo e il giocatore volesse restare in Italia, il difensore fu costretto a tornare in patria: E’ stato un momento difficile: dopo sei mesi all’Inter, la dirigenza mi ha detto che la loro intenzione era quella di riscattarmi. Era tutto fatto e deciso. Poi però hanno cominciato a parlare con il Porto e, come sempre accade con loro, non è stato facile trattare."

"Il più comunque era fatto, il problema è stato che poi il Porto ha cambiato allenatore, ed il nuovo tecnico ha detto che voleva avermi in squadra. La trattativa lì è saltata e mi è dispiaciuto: io volevo andare via, tornare all’Inter, ma alla fine non se ne è fatto nulla. Io mi sentivo interista e volevo rimanere“, ha concluso il difensore del Marsiglia.

Jessica Brandino

Jessica Brandino

notizie 322 RANK 2
reads 78,302 RANK 2
More news author

Follow BeSoccer on Facebook