noscript image
GooglePlay Logo AppStore Logo

Guardiola e il suo futuro: "Se cambio squadra è per essere più felice"

Besoccer by Besoccer 0 17

Pin Guardiola: 'Se cambio squadra è per essere più felice'
Guardiola: 'Se cambio squadra è per essere più felice'

Guardiola e il suo futuro: "Se cambio squadra è per essere più felice"

Besoccer by Besoccer 0 17

Pep Guardiola in conferenza stampa: "Voglio rimanere qui e non escludo di prolungare, se il club è felice di me. Parleremo al termine della stagione".

Ormai, in Inghilterra ma pure in Italia, non si parla che di quello: il futuro di Pep Guardiola. Naturale, dopo che il Manchester City è stato escluso per due anni dalle competizioni UEFA. E in conferenza stampa si è toccato anche questo argomento: la possibilità che il tecnico catalano rimanga anche dopo la fine del suo contratto, datata 30 giugno 2021.

"Non lo so. Io voglio rimanere un altro anno e, dopo quello, dipenderà anche dai risultati. Non escludo assolutamente di prolungare il mio contratto, se il club è felice di me e del mio gruppo. Ma ora voglio rimanere concentrato su questi tre mesi, poi ci sarà tempo per pensarci".

Cosa valuterà Guardiola al momento di decidere il proprio futuro? Non tanto l'aspetto economico, quanto quello legato al benessere.

"La mia felicità. Cerco la felicità. Questa è l'unica cosa di cui ho bisogno. Lavoro con un gruppo eccezionale di giocatori e sento che mi seguono al 100%. Sanno che non è semplice lavorare con me. L'unica ragione per cui posso cambiare squadra è che penso potrò essere più felice di quanto lo fossi prima. Credo non ci saranno problemi, da entrambe le parti, se decideremo di rimanere insieme altri tre anni. Parleremo al termine della stagione o a metà della prossima, non lo so".

Per Guardiola si tratta della quinta stagione alla guida del Manchester City. Tra un trofeo e l'altro e un gioco ormai consolidato.

"La cosa più importante è che non mi sono pentito nemmeno un secondo di essere venuto qui e aver rinnovato il mio contratto. Poi, è chiaro, sono i risultati a determinare il nostro lavoro. Tutti gli allenatori vengono esonerati, hanno problemi, buoni e cattivi momenti. E io non sono diverso. Ma non mi sono mai pentito della mia decisione. Voglio terminare il mio contratto, poi vedremo".

Besoccer

Besoccer

notizie 22K RANK 1
reads 1M RANK 1
More news author

Follow BeSoccer on Facebook