noscript image
GooglePlay Logo AppStore Logo

Evra ricorda il suo periodo alla Juventus: "Una delle sfide più difficili della mia vita"

Besoccer by Besoccer 0 36

Pin Le défenseur français Patrice Evra sous le maillot de Marseille, en conférence de presse au stade Vélodrome, le 23 août 2017
Le défenseur français Patrice Evra sous le maillot de Marseille, en conférence de presse au stade Vélodrome, le 23 août 2017

Evra ricorda il suo periodo alla Juventus: "Una delle sfide più difficili della mia vita"

Besoccer by Besoccer 0 36

Patrice Evra racconta il suo periodo alla Juventus e il duro lavoro negli anni in bianconero: "In confronto lo United è stato come una vacanza".

In otto anni e mezzo con il Manchester United, Patrice Evra ha vinto tutto quello che c’era da vincere, in Inghilterra e in Europa. Ma è stato nei 30 mesi trascorsi alla Juventus che il terzino francese ha fatto fatica come mai gli era capitato in carriera.

Con DAZN segui la Serie A TIM IN STREAMING, LIVE E ON DEMAND

A raccontarlo è stato lui stesso, ospite a ‘Monday Night Football’ su ‘Sky Sports’. Evra ha raccontato che in confronto al suo periodo in bianconero, il suo trascorso con i ‘Red Devils’ è stato quasi una vacanza. Ha anche aggiunto che l’esperienza in Italia è stata una delle più difficili della sua vita.

"Ho vinto un sacco di trofei con lo United, ma non ho paura di dire che è stata una vacanza in confronto al mio periodo alla Juventus. Il modo in cui lavorano, gli allenamenti... vai in albergo 2 giorni prima della partita, ti alleni il giorno della partita. Ecco perchè sono così orgoglioso di me stesso: mentalmente, giocare nella Juventus è stata una delle sfide più difficili della mia vita”.

Evra ha anche aggiunto di aver visto compagni vomitare dalla fatica e dallo sforzo e finire comunque gli allenamenti, sottolineando anche il poco tempo libero concesso.

Hai un giorno libero al mese, controllano tutto di te, ti costringono a mangiare con loro. Alla Juventus hanno nel DNA il duro lavoro. Ho visto alcuni giocatori vomitare e finire comunque gli allenamenti”.

L'ex terzino sinistro, ritiratosi ufficialmente in estate, ha chiuso rispondendo a chi critica il calcio italiano e chi lo vede come più facile.

“Qualcuno dice che è più facile giocare in Italia. Credo che questa gente non sia neanche in grado di allenarsi, in Italia".

Besoccer

Besoccer

notizie 17K RANK 1
reads 1M RANK 1
More news author

Follow BeSoccer on Facebook