noscript image

Destino Solskjaer: a Barcellona vent'anni dopo l'impresa contro il Bayern

Besoccer by Besoccer 0 36

Pin Solskjaer torna a Barcellona. Goal
Solskjaer torna a Barcellona. Goal

Destino Solskjaer: a Barcellona vent'anni dopo l'impresa contro il Bayern

Besoccer by Besoccer 0 36

Nel 1999 Solskjaer faceva la storia del calcio: rimonta incredibile contro il Bayern e Manchester United Campione d'Europa.

Quattro sfide di Champions League, quattro sfide piene di epica, mitologia, un passato ricco e un futuro che si preannuncia spettacolare. La Juventus affronterà l'Ajax, con cui  ha vinto l'ultima Champions, il Liverpool se la vedrà col Porto dopo appena un anno, Tottenham e City daranno vita al derby inglese. E Solskjaer tornerà nel luogo dell'impresa.

Uomo della rinascita, Ole Gunnar. Ha spazzato via le scorie negative lasciate da Mourinho sulla panchina del Manchester United, riportando i Red Devils in zona Champions (in campionato) e tra le migliori otto d'Europa nell'attuale stagione. Uomo della storia, Solskjaer. Chi non conosce la finale del 1999 si è perso una delle pagine più importanti della storia.

Dopo vent'anni esatti, infatti, Solskjaer ritorna nello stadio che lo ha reso leggendario, non solo per i tifosi del Manchester United. Spauracchio numero uno del Bayern, colpito quando il momento della festa era dietro l'angolo. Impossibile non ricordarlo: finale di Champions al Camp Nou, bavaresi avanti 1-0 contro i Red Devils fino al minuto 91. Dieci minuti prima, l'ingresso dell'attaccante norvegese.

Solskjaer rileva l'impalpabile Cole, Ferguson spera in lui per recuperare il goal iniziale di Basler. Un quarto d'ora prima sul terreno di gioco era entrato anche Sheringham, che al minuto 91 riuscirà a pareggiare la gara, battendo un incredulo Kahn, uno sconsolato Matthaus, un rabbioso Jeremies.

Il Camp Nou regala una rimonta epocale, da mille e una notte, da almanacchi dello sport. Due giri di lancetta, corner, sotto la traversa colpisce Solskjaer. 2-1, coppa al Manchester United sotto il nero cielo di Barcellona. Nero per il Bayern, di un colore vivo per i Red Devils.

Vent'anni dopo, Solskjaer è chiamato all'impresa di superare il Barcellona. Decisamente meno difficile rispetto al rimontare una gara in 180 secondi. Il tecnico norvegerse ha ricompattato il gruppo, evitato di diventare generale di ferro come il suo predecessore, usando solo la carota, lasciando il bastone a casa propria.

Pogba, Rashford, Martial, tutti nuovamente rinvigoriti e pronti a giocarsi la semifinale, anche contro Leo Messi, anche contro lo spaventoso Camp Nou. Del resto l'aver battuto il PSG senza metà squadra negli ottavi di Champions ha portato nuove sicurezze, rinnovata grinta e fiducia in sè stessi ai giocatori del Manchester United.

Che oltre alla rinnovata voglia di essere dei Diavoli Rossi, avranno anche in panchina il talismano numero uno, quello che al Camp Nou ha vissuto la giornata più incredibile della sua vita calcistica.

Besoccer

Besoccer

notizie 7,627 RANK 1
reads 448K RANK 1
More news author

Follow BeSoccer on Facebook