noscript image
GooglePlay Logo AppStore Logo

De Paul strizza l'occhio all'Inter: 'Conte tra i primi tre al mondo'

Besoccer by Besoccer 0 21

Pin De Paul strizza l'occhio all'Inter: 'Conte tra i primi tre al mondo'
De Paul strizza l'occhio all'Inter: 'Conte tra i primi tre al mondo'

De Paul strizza l'occhio all'Inter: 'Conte tra i primi tre al mondo'

Besoccer by Besoccer 0 21

Rodrigo De Paul non esclude un passaggio all'Inter e incensa Antonio Conte: "Ha messo un'impronta pazzesca, Lautaro ne parla benissimo".

La stagione di Rodrigo De Paul non era iniziata nel migliore dei modi: rosso diretto contro l'Inter e squalifica di tre giornate in cui non ha potuto dare il suo contributo per la causa dell'Udinese, che a gennaio potrebbe decidere di sacrificarlo sul mercato.

Per l'argentino si è parlato a lungo proprio di Inter: trasferimento che avrebbe dovuto concretizzarsi la scorsa estate, poi saltato sul più bello con conseguente permanenza ad Udine.

Intervistato da 'Il Corriere dello Sport', De Paul ha utilizzato parole al miele per il tecnico nerazzurro Antonio Conte che, magari, tra qualche mese potrebbe allenarlo ad Appiano Gentile.

"Gratitudine, l’Udinese mi ha regalato un sogno italiano e mi ha responsabilizzato con una maglia che pesa tantissimo. Detto questo, stai parlando di un allenatore, Conte, per me tra i primi tre al mondo. Chi sono gli altri due? Guardiola e Sarri, ma non chiedermi l’ordine, non lo farei. Se mi chiedi di Conte posso dirti che ha messo un’impronta pazzesca e fulminea sull’Inter, è cattivo, ti responsabilizza come se ti conoscesse da anni. Uno dei primi tre al mondo, appunto. E basta quello che mi dice Lautaro…".

Il connazionale Lautaro è uno sponsor più che valido per lo sbarco a Milano.

"E’ felice, sta bene all’Inter, si sente al centro del mondo nerazzurro, ha trovato un allenatore che gli ha trasmesso fiducia totale. E si vede".

De Paul potrebbe ripercorrere le orme di Diego Milito che dopo aver giocato al Racing passò all'Inter (via Genoa).

"Chiaramente non ti svelerò cosa ci diciamo con Diego, sono abituato ai suoi consigli. Abbiamo giocato insieme per qualche mese, un onore, prima che lui smettesse. Quindi, il rapporto è rimasto. Esattamente, come dovresti sapere, che il vice allenatore della mia Nazionale è Walter Samuel, il muro. E il Meazza, dopo la Dacia Arena, è lo stadio che mi regala emozioni fortissime. Ho letto che vorrebbero abbatterlo per costruire uno nuovo, ma come si può?".

Besoccer

Besoccer

notizie 20K RANK 1
reads 1M RANK 1
More news author

Follow BeSoccer on Facebook