noscript image
GooglePlay Logo AppStore Logo

Bruno Fernandes pazzo del United: "Mi ha colpito tutto"

Besoccer by Besoccer 0 48

Pin Bruno Fernandes pazzo del United
Bruno Fernandes pazzo del United

Bruno Fernandes pazzo del United: "Mi ha colpito tutto"

Besoccer by Besoccer 0 48

In un live Instagram, Bruno Fernandes parla del Manchester United e di Ronaldo: "Venne lui da me e mi disse: 'Bravo, mi stai piacendo'".

Miglior giocatore del mese di febbraio. Un esordio da sogno in Premier League per Bruno Fernandes, che dopo mesi e mesi di tentativi ha finalmente coronato il proprio sogno: andare a giocare nel campionato più prestigioso del mondo. Al Manchester United, uno dei club più importanti della storia.

Di questo, ma anche di altro, ha parlato l'ex trequartista di Novara, Udinese e Sampdoria in una diretta Instagram con l'account 'Cronache di spogliatoio'. Partendo proprio dall'impatto, forse addirittura inatteso, avuto al Manchester United.

"Ho avuto un mese molto importante, sono stato aiutato tanto e sono stato ricevuto benissimo. La fiducia che mi hanno dato sin dall’inizio ha fatto sì che questo mese sia stato buono".

Dal Manchester United al... Novara. La prima squadra italiana di Bruno Fernandes, che riporta alla mente il momento del suo arrivo nel nostro paese.

"Il mio attuale procuratore era andato a vedere un ragazzo della primavera del Boavista. Dopo 20 minuti se n’era andato via perché gli ero piaciuto io e non il ragazzino, ed era riuscito a capire che avrei fatto una grande carriera. Avevo due scelte: una squadra inglese o il Novara, ho scelto il Novara perché mi hanno convinto con il progetto e per come si sono comportati. Mi hanno seguito per due settimane. Al tempo 40mila euro per un giocatore di 17 anni non era normale…".

Ancora Manchester United: cosa si prova a vestire la leggendaria maglia rossa?

"Quando sono arrivato per le visite mediche mi ha colpito tutto: si fa tutto dentro al centro sportivo, di solito andavo sempre negli ospedali. Poi ti impressiona arrivare qui e trovare tutto al centro sportivo. Capisci che è uno dei più grandi al mondo. A Old Trafford tu fai riscaldamento senza nessuno sulle tribune, poi nel tunnel non senti niente, poi entri in campo e senti un rumore incredibile. Se parli di stadi che tutti si ricordano, i più storici sono San Siro e Old Trafford".

Chiusura con il rapporto con Cristiano Ronaldo, suo compagno di nazionale.

"Da quando sono andato in Nazionale mi ha ricevuto benissimo. Noi lo guardiamo come un idolo, per me lo è sempre stato. Ho seguito il suo esempio, è uno dei miei preferiti. Quando sono stato convocato dal Portogallo è venuto lui da me dicendomi ‘Bravo, stai facendo bene allo Sporting, continua così, mi stai piacendo’. Quelle parole fanno la differenza. Il fatto che sia venuto lui a parlare con me mi ha fatto piacere e ti stimola a dare di più".

Besoccer

Besoccer

notizie 22K RANK 1
reads 1M RANK 1
More news author

Follow BeSoccer on Facebook