noscript image
GooglePlay Logo AppStore Logo

Brividi e sprazzi di bellezza al Ferraris

Pin Il Milan batte il Genoa al Ferraris. Twitter/Milan
Il Milan batte il Genoa al Ferraris. Twitter/Milan

Brividi e sprazzi di bellezza al Ferraris

Jessica Brandino by Jessica Brandino @rfutbol - 0 181

Il Milan rinasce al Ferraris! Con un secondo tempo convincente, i rossoneri superano in rimonta il Genoa e conquistano tre punti decisivi per Giampaolo.

Dopo tre sconfitte consecutive, il Milan ritrova i tre punti contro il Genoa al Ferraris. La panchina di Giampaolo si salva in corner.

Giampaolo regala a sorpresa una maglia da titolare a Bonaventura a 349 giorni di distanza dall'ultima volta, il derby della Madonnina.

Il tecnico del Genoa sceglie invece di sostituire l'infortunato Barreca con Pajac sulla sinistra, mentre il compito di far male davanti è affidato al duo Pinamonti-Kouamé.

A generare la prima occasione da rete sono i padroni di casa con Lerager che, a tu per tu con Reina, non riesce ad aprire le marcature.

Ad appena 10 minuti dall'inizio della sfida, il Grifone perde il suo capitano: Mimmo Criscito esce dal campo in barella a causa di un infortunio alla coscia. Al suo posto entra Biraschi.

I rossoneri si svegliano alla mezz'ora con un bolide che sfiora il palo di Kessié, al quale risponde Ghiglione che impegna nuovamente il portiere rossonero.

Quest'ultimo sarà il protagonista, in negativo, del goal del vantaggio del Grifone facendosi scivolare dalle mani un tiro centrale su calcio di punizione battuto da Schone.

Giampaolo effettua due cambi all'intervallo e il Milan riprende fiducia. Rafael Leao e Paquetá prendono il posto di Piatek e Calhanoglu.

E, in effetti, nella ripresa è un altro Milan. I rossoneri trovano il pareggio al 51' con una bella conclusione di Theo Hernandez da posizione defilata.

Due minuti più tardi, Leao salta Biraschi che intercetta il pallone con il braccio. Il direttore di gara revisa l'azione al VAR, espelle il giocatore del Genoa e assegna al Milan un tiro dal dischetto finalizzato perfettamente da Kessié.

A dieci minuti dal termine della gara, i rossoneri restano in dieci a causa della doppia ammonizione di Calabria, che salta quindi l'impegno in casa contro il Lecce.

Nei minuti di recupero Reina atterra Kouamé in area e il direttore di gara assegna il secondo rigore della serata. La conclusione di Schone dal dischetto viene respinta da Reina, che rimedia all'errore.

Partita mai banale fino all'ultimo secondo. A spuntarla sono i rossoneri che conquistano tre punti forse fondamentali per il futuro di Giampaolo. 

Jessica Brandino

Jessica Brandino

notizie 481 RANK 2
reads 116K RANK 2
More news author

Follow BeSoccer on Facebook