noscript image
GooglePlay Logo AppStore Logo

"Al Milan venivo sfruttato come un operaio"

Besoccer by Besoccer 0 475

Pin L'attaccante si gode l'Hellas. AFP
L'attaccante si gode l'Hellas. AFP

"Al Milan venivo sfruttato come un operaio"

Besoccer by Besoccer 0 475

Il nuovo attaccante dell'Hellas Verona si presenta e dà l'addio ai rossoneri: "Io muoio ogni volta che vado in campo, forse il Milan lo faceva meno".

L'impatto di Fabio Borini con l'Hellas Verona è stato fiabesco: a meno di 20' dal suo ingresso in campo, l'ex giocatore del Milan ha trovato il goal del definitivo 1-1 nel match contro il Bologna di Sinisa Mihajlovic. 

Niente male per un calciatore che arrivava da sei mesi in cui non aveva visto il campo. Nella giornata di oggi, Borini si è presentato ai tifosi dell'Hellas in conferenza stampa: l'attaccante classe '91 ha parlato anche della sua avventura in rossonero, caratterizzata da momenti difficili i cui però ha saputo farsi trovare pronto. Con il Milan, Borini, ha ricoperto addirittura sette diversi ruoli.

"Milan? Venivo sfruttato come operaio, ma sono anche altro. C'erano molte squadre che mi cercavano, con il mio agente avevo deciso di prediligere l'aspetto tattico. Sentivo bisogno di tornare a fare quello che so fare meglio, ossia giocare da attaccante e aiutare la squadra. C'è disponibilità da parte mia a giocare in diversi ruoli, al Milan ho fatto sette posizioni su undici con la stessa mentalità. Le mie caratteristiche erano così al Milan e sono così a Verona, voglio vincere ogni partita".

Il Milan è solamente un capitolo passato per Fabio Borini, adesso c'è l'Hellas Verona. L'esordio con goal ha accentuato ancora di più le convinzioni dell'attaccante emiliano, che a Verona ha trovato fin da subito le condizioni ideali per esprimersi ed è nato un bel feeling con il tecnico dell'Hellas Juric.

"Continuo a pensare che venire qui sia stata una scelta coraggiosa. Da come mi ha descritto il mister ho le caratteristiche perfette per quello che vuole. L'impatto è stato emozionante e positivo, sognavo di fare un esordio così. C'è molto del calcio inglese. Il mister mi ha descritto questa cosa prima di venire qua, il gioco è intenso in entrambe le fasi. È una mentalità idonea a quella che ho io e ti fa divertire".

Prima di concludere la conferenza stampa di presentazione, però, Borini ha voluto togliersi un altro sassolino dalla scarpa riguardo al Milan.

"Al Milan ci sono tante cose che vanno e altre che non vanno. Prima di andare via ho parlato con Massara e abbiamo concordato che fare tanti ruoli non sia stato positivo per me. Io muoio ogni volta che vado in campo, forse il Milan lo faceva di meno".

Besoccer

Besoccer

notizie 21K RANK 1
reads 1M RANK 1
More news author

Follow BeSoccer on Facebook